Fungo Lanterna


Origini e Curiosità

Il Clathrus ruber è un fungo tanto curioso quanto comune che appartiene alla famiglia delle Clathraceae. Questo particolare fungo (a maturità) secerne una gleba deliquescente di color marrone-verdognola oppure nerastra che emana odore cadaverico abbastanza fastidioso, avvertibile anche a distanza; odore forte ma non al livello di quello del Phallus impudicus o del Phallus hadriani, che è assolutamente insopportabile e chiaramente percepibile anche a molti metri. Non commestibile, poco invitante. Oltre ad essere portatore di un odore repellente, acquisisce una certa tossicità in fase di maturazione. Cresce dalla primavera all’autunno nei luoghi umidi: boschi di latifoglie e conifere delle zone appenniniche e prealpine. Non sono infrequenti gli avvistamenti d’inverno, se il tempo è mite.

Caratteristiche e Morfologia

– Spore di colore bruno o verdastro in massa, ellittiche, lisce, guttulate.
– Odore: cadaverico, fecale, insopportabile, percepibile anche a distanza.
– Carne fragile e fetida.
A maturità si lacera e fuoriesce un ricettacolo (endoperidio) a forma di gabbia ed a larghe maglie, di color rosa, poi rosso sangue o rosso-scarlatto; le maglie della gabbia, internamente, sono cosparse di mucillagine granulosa di colore olivastro o bruno-verdastro, che contiene le spore.

Lascia un commento