La Fiera più antica d’Europa

IMG-20150418-WA0010

 

 Storia e Origini

L’11 giugno del 1294, dopo svariate richieste della popolazione locale e dei sui feudatari, Carlo II D’Angiò, sovrano del regno di Napoli, autorizzò il conte Giovanni Monfort, ad aprire la prima Fiera di San Giorgio (cosi chiamata perché avveniva durante le festività del santo) a Gravina in Puglia (Ba) e a eleggere un maestro e responsabile della fiera che successivamente fu ereditato e difeso dalla famiglia Orsini, duchi e padroni della città sino al 1810. La fiera gravinese fu una delle tante fiere angioine, promossa da semplice mercato ad appuntamento economico di rilievo, dove si vendevano grandi quantità e tante diversità di prodotti e animali, dove si esponevano i bei cavalli murgiani, allevati nella masseria regia o marestalla, dove si decidevano e si approvavano i prezzi del grano e dei cereali per tutto l’anno e per tutto il regno. La fiera di Gravina divenne il luogo e la circostanza più propizia per fornire la Curia Regia e alla città di Napoli di tutte le derrate alimentari e dei giovani puledri allevati per le corti dei nobili dell’epoca. Da Gravina, infatti, venivano richiesti i cavalli migliori per la regia corte. L’importanza del sua localizzazione geografica, la vitalità, l′efficacia della fiera S. Giorgio è attestata da altre preziose fonti, in cui si legge a più riprese la presenza di mercanti fiorentini, delle compagnie dei Bardi e dei Peruzzi. Cosi la città di Gravina divenne luogo di transito dei Lucani, dei Calabri, degli Otrantini, dei Baresi, dei Pugliesi ma anche di commercianti  e nobili di altre parti d’Italia e d’Europa.

721° Fiera di San Giorgio

Forte del successo delle passate edizioni, quest’anno la Fiera di Gravina si propone in ben 4 giorni di shopping (dal 22 al 26 aprile), dall’acquisto importante all’occasione del momento. La Fiera di Gravina è un appuntamento con la storia e la tradizione che accompagna la cittadina. Stand di Arredamento di produttori e rivenditori, oggettistica per la casa, design, libri, enogastronomia: si potranno trovare insieme tutte le migliori occasioni d’acquisto. Intorno alla fiera verrà organizzata una festa di eventi speciali non solo dedicati allo shopping, ma anche con degustazioni di ogni tipo, workshop gastronomici, aperitivi con buffet e performance dal vivo dei migliori artisti e dj locali, mercatini, mostre, spettacoli equestri, proiezioni fotografiche e molte altre sorprese… La Fiera di Gravina è anche una preziosa occasione per visitare la Fiera degli Animali, aperta tutti i giorni dalle 9 alle 21 dal 22 al 26 aprile. Con i Cavalli murgesi, da tiro, suini neri lucani, ovini razza gentile di Puglia, comisana, bovini specie grigio alpina e mucche razza podolica, ma anche cani e tanto altro ancora. Più di sessanta box per quaranta allevatori provenienti in particolare da Puglia e Basilicata, con presenze anche dal Trentino Alto Adige per esporre nella vetrina gravinese in cui non mancheranno anche le nuove tecnologie zootecniche. Inoltre sono numerose le esibizioni previste: dalla corsa all’anello, alla dimostrazione cinofila, dall’esibizione equina, alla mostra di avicoli ornamentali e da cortile. Per una attrazione che soddisferà grandi e piccini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Per maggiori info e novità, consulta il programma Fiera o seguici sulle pagine social:

    Programma Fiera

    iFarmers

    Associazione Pugliese Avicoltori e Colombofili – A.P.A.C.

1 Response

  1. Annarita Berloc ha detto:

    Complimenti, bellissima iniziativa, sicuramente verrò a trovarvi 🙂

Lascia un commento