Valdostana

Capra Valdostana - Fonte immagine Marzia Verona (scrittrice)

Capra Valdostana – Fonte immagine Marzia Verona (scrittrice)

Origini e Curiosità

Popolazione appartenente al ceppo alpino, da cui tuttavia si differenzia nettamente, per la taglia medio-grande e per la presenza di corna ben sviluppate anche nelle femmine. Diffusa nella zona delle Alpi Graie e Pennine, viene oggi particolarmente apprezzata in Valle d’Aosta e nell’Alto Canavese (Valli di Susa, Locana e Chiusella). Capra di taglia medio-grande.

 

Caratteristiche e Morfologia

Testa: relativamente piccola; profilo tipicamente camuso; corna: grandi e ampie a sciabola, rivolte all’indietro; tettole generalmente presenti; orecchie corte, mai pendenti.

  • Collo: piuttosto corto e spesso.
  •  Tronco: torace e addome ampi; regione dorso-lombare larga e rettilinea.
  •  Apparato mammario: sviluppato, mai troppo pendente con capezzoli pecorini, quasi mai piriformi.
  •  Arti: medio-lunghi, solidi con unghielli neri.
  •  Mantello: di diverso tipo; i principali modelli di pigmentazione sono:

Castana: eumelanico più o meno scuro, tendente al grigio o al nero; in alcuni casi presenta la riga mulina. Serenata: mantello scuro tinteggiato di biondo e con le estremità delle zampe bionde. Faletta: mantello colore cenere uniforme tendente al biondo. Possono essere presenti anche mantelli pezzati. Il pelo è sempre corto su tutto il corpo, più lungo e più ruvido nei maschi.

 Consulta la sezione del Forum dedicata alle Capre

Lascia un commento