Podolica

Bovino Podolico

Bovino Podolico

Origini e Curiosità

L’antica razza Podolica ha conservato nel nome il riferimento al quale appartiene, la sua importazione, infatti sembra sia stata opera degli Unni nel 452 d.C. o dei romani i quali l’avrebbero importata da Creta. La Podolia è una regione dell’Ucraina. Di fatto costituisce il risultato di un processo millenario di adattamento nelle aree meridionali del Paese, ai suoi boschi, alle sue macchie. La consistenza dei capi in quest’area del mediterraneo è di circa 130.000 presenti in particolare in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania e Puglia. La razza podolica è una razza bovina caratterizzata da un mantello di colore grigio, con tendenza al grigio scuro sul collo, sulla coscia, sull’orlatura dell’occhio e dell’orecchio nel maschio, mentre nella femmina è più chiaro, fino al bianco. I maschi presentano corna a mezza luna, mentre nella femmina hanno forma di lira. Il bovino podolico in Italia è prevalentemente allevato nelle aree interne meridionali (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia). La razza viene allevata per la produzione di carne e per il latte, utilizzato nella realizzazione di formaggi.

 

Caratteristiche e Morfologia

Le caratteristiche principali della razza sono il forte adattamento ad ambienti difficili e la capacità di sfruttare quelle risorse alimentari che altrimenti non potrebbero trovare altra sistemazione infatti è allevata anche allo stato brado. Carne di buona qualità. Originariamente usata come razza da lavoro e secondariamente latte. La quantità di latte prodotto in brevi periodi dell’anno è di circa 15 kg al giorno con un tenore di grasso del 4,50% e proteine del 3,60%. Il latte viene trasformato in formaggi a pasta filata molto pregiati poiché conferisce al prodotto qualità organolettiche di particolare gradimento da parte del consumatore.
 

   Consulta la sezione del Forum dedicata ai Bovini

Lascia un commento